Site hosted by Angelfire.com: Build your free website today!
Pagina due

 

 

ENOGASTRONOMIA TRENTINA

 

PER IL BUONGUSTAIO...ALCUNI PIATTI TIPICI

 

 

SMACAFAM: lo sconfiggi fame  un tipico piatto carnevalesco. La forma quella di una pizza o torta rustica salata cui si aggiungono a piacere luganega, pancetta tagliate a dadi e lardo (in alternativa qualche fiocco di burro), il tutto poi cotto nel forno.

Occorrono: 18 cucchiai di farina gialla, 9 cucchiai di farina di frumento, 1 uovo, 1 litro di latte, 100 g. di lardo, 200 g. di luganega, burro, sale e pepe.

Unite le due farine nel latte e uovo, mescolandole finch il composto far bolle. Aggiungete il lardo con la luganega precedentemente soffritti nel burro. Riscaldate nella tortiera un pezzo di burro o di strutto, versatevi il composto, guarnite sopra con alcune fette di luganega sottili e cuocete al forno per un'ora.

 

 

 

 

 

 


 

 

CANEDERLI: facile trovarli nei ristoranti del Trentino, bench non appartengano alla gastronomia di questo territorio. Sono preparati su modello dei knodel altoatesini. Si utilizza infatti pane, latte, farina bianca, aglio pestato, sale, trito di cipolla, prezzemolo, lardo, luganega e speck sbriciolati. Cotti nel brodo, possono essere serviti anche asciutti, con burro fuso o con rag. In Tirolo vengono serviti anche assieme a spezzatino o a ossibuchi.

 

 

 

 

 

STRANGOLAPRETI: pane raffermo (4-5 panini) , farina bianco q.b.,2 uova, 500 g. di erbette o coste, sale, latte q.b.

Tagliuzzate a dadini o a fette il pane, mettetelo in una terrina e bagnatelo ben bene con latte tiepido. Girate ogni tanto badando che non rimangano grumi. Aggiungete il sale, le due uova e la farina bianca quanto basta per fare un impasto morbido ma abbastanza solido; unite le erbette cotte  ben strizzate, sminuzzate e tagliuzzate minutamente; sbattete bene l'impasto con un cucchiaio. Fate bollire abbondante acqua salata e quando bolle versatevi gli gnocchetti formati ad uno ad uno con l'aiuto di un cucchiaio; quando vengono a galla sono cotti; scolate e condite con burro fuso, un po' di cipolla e, volendo, anche 2 o 3 foglioline di salvia. Per finire mettete sopra un buon pugni di formaggio grana. Potrete anche condire con una noce di burro, panna e prosciutto tagliuzzato.

 

 

 

 

 

STRUDEL DI MELE: 4-5 mele, 40 g. di burro, 400 g. di farina, 100 g. di zucchero, 2 uova, 1 bustina di lievito, un pizzico di sale, una buccia grattugiata di un limone, 50 g. di uva sultanina, mezzo bicchiere di latte.

Tra i dolci famosi lo strudel di mele, un involucro di pasta sfoglia riempito di mele Golden Delicius o Canada tagliate a piccoli cubetti o fettine, infornato e consumato ancora fumante assieme ad un buon bicchiere di Moscato.

Lavorate il burro con la farina, lo zucchero, le uova e la bustina di lievito. Mettete il latte necessario per fare una pasta n troppo dura n troppo tenera e cercate di non  lavorarla  troppo. quando pronta tagliatela in due pezzi e stendetela con il mattarello per la grandezza della piastra del forno. Mettete sopra le mele tagliate a fettine con l'uva sultanina, spargete di zucchero con un po' di cannella in polvere, mettete sopra ancora l'altra sfoglia, quindi nel forno a 200C. per 35-40 minuti.

 

 

TORTA DI FREGOLOTI: 280 g. di farina, 280 di zucchero, 280 g. di burro, una manciata di mandorle tagliate a filetti. mezzo tuorlo e latte quanto basta.

E' una torta  dolce e nello stesso tempo friabile. All'aspetto di forma irregolare e con la superficie increspata all'interno,  l'impasto fatto con zucchero,  farina bianca, uovo, un pizzico di bicarbonato (se la volete ancora pi friabile) e mandorle sgusciate e macinate. L'ideale sarebbe assaporarla con un dolce Vin Santo. Versate la farina e il burro sulla spianatoia e riduceteli con le mani leggere in tanti bozzoletti. Collocate i bozzoli in una terrina, versatevi l'uovo sbattuto sopra con un po' di sale, lo zucchero e all'occorrenza anche un po' di latte.  Rimestate il composto con un cucchiaio badando che i bozzoletti non si disfino. Collocateli in una tortiera unta e infarinata e cospargeteli con le mandorle e i pinoli.

 

         HomePage