Questo è il presidente Kutchma.

Nel 1994 era arrivato al potere con la testa già calva ed un mucchio di promesse democratiche.

Questo è un estratto dalla lettera che scrissi al presidente per conto di amici e vicini il 25 Novembre del 2004.

SIGNOR PRESIDENTE,

QUANDO E’ STATO ELETTO PRESIDENTE, NOI LA PENSAVAMO UN DEMOCRATICO. POI PER 10 LUNGHI ANNI ABBIAMO ASSISTITO A LEI CHE CAMBIAVA VESTITI, SI FACEVA CRESCERE I CAPELLI ED ARRICCHIVA I SUOI PARENTI CHE DIVENTAVANO MILIARDARI. NON HA MAI FATTO NULLA PER LA NAZIONE, NON GLIENE E’ MAI IMPORTATO NULLA DELLA GENTE, LA SOLA COSA DI CUI LE IMPORTA SONO LE SUE TASCHE.

ED ORA CHE FINALMENTE AVEVAMO LA POSSIBILITA’ DI SBARAZZARCI DI LEI E DEL SUO REGIME, CI AVETE RUBATO I VOTI. TUTTO HA UN LIMITE, COMPRESA LA NOSTRA PAZIENZA, E OGGI LA GENTE SI E’ RIVERSATA NELLE PIAZZE. SIGNOR PRESIDENTE, DI LEI NE ABBIAMO ABBASTANZA E LE CHIEDIAMO DI ANDARSENE. SE NON VORRA’ ANDARSENE IN MANIERA PACIFICA, LA GENTE STESSA PROVVEDERA’ A FAR SI’ CHE LEI SE NE VADA COME I RUMENI HANNO PROVVEDUTO A CACCIARE CHAUSHESKU. A QUEL PUNTO TEMO CHE L’ULTIMO VESTITO CHE LE VEDREMO INDOSSARE SARà DI LEGNO, E SENZA TASCHE IN CUI METTERE TUTTO QUELLO CHE CI HA RUBATO…

…il resto della lettera contiene parti intraducibili ed espressioni impubblicabili.

Questo è il candidato filo-governativo. Un uomo di Kutchma. Uno che conosce bene la polizia. Prima era stato condannato per rapina, poi per violenza e lesioni…e alla fine della fedina penale ora c’era da aggiungere queste elezioni rubate.

Era anche stato governatore nel sud-est dell’Ucraina. I governatori devono possedere una laurea. Quindi ha arrangiato un diploma in non si sa che maniera. Noi lo chiamiamo "proffesore" perché – nonostante la laurea – si ostina a non saper dire correttamente quella parola.

E’ stato il nostro primo ministro per gli ultimi due anni e posso solo immaginare cosa abbiano fatto all’economia di questo Paese i "laureati" come lui.

Questo è ciò che hanno fatto al candidato democratico, avvelenato con la diossina.

Questa è la faccia della democrazia in Ucraina.

pagina successiva