elenafilatova.com

Città Fantasma – Introduzione

Mi chiamo Elena. Sono la proprietaria di questo sito e non ho nulla da vendere. Quello che invece ho è la mia motocicletta e la completa libertà di cavalcarla verso qualunque luogo la curiosità ed il demone della velocità mi spingano. Queste pagine sono mantenute in piedi dall’autrice ma, ogni tanto, quando il traffico internet si fa pesante, possono non essere disponibili.


Elana Picture


La Motocicletta.

Vado in moto da una vita e ho avuto svariate motociclette nel corso degli anni. La mia ricerca della moto perfetta si è conclusa quando ho incontrato lei, una ninja dotata di ben 147 cavalli e un bel rombo potente; è veloce come un proiettile e molto confortevole per i viaggi lunghi.

Viaggio molto. Una dei miei percorsi preferiti è quello che conduce a nord di Kiev, verso la cosiddetta "zona morta" di Chernobyl, a circa 130km da casa mia. Perché è la mia preferita? Perché lì si è liberi di viaggiare a lungo su strade deserte.

Lassù la gente se n’è andata tutta quanta e la natura è come in fiore. Ci sono splendidi laghi e foreste.

Nei posti in cui le strade non sono state attraversate da camion o dai veicoli militari, le strade sono rimaste nelle stesse identiche condizioni di 20 anni fa – se si fa eccezione per qualche ciuffo d’erba o per qualche albero che ha trovato una fessura da cui spuntare. Il tempo non rovina le strade, quindi rimarranno così fino al giorno in cui non saranno riaperte al traffico normale…tra un po’ di secoli.


Ghost Town Map


Roentgen

Prima di iniziare il nostro viaggio, ci sono un paio di cose da imparare sulle radiazioni. E’ davvero molto semplice, lo strumento che usiamo per misurarla si chiama contatore Geiger. Se lo dovessimo estrarre a Kiev, questo misurerebbe una cosa tipo 12-16 microroentgen l’ora. In una tipica città Russa o Americana, ne misurerebbe 10-12 l’ora. In centro di molte città Europee ci sono circa 20 microR l’ora, la normale radioattività della pietra.

1.000 microroentgen equivalgono ad 1 milliroentgen, e 1000 milliroentgen equivalgono ad 1 roentgen. Perciò 1 roentgen è 100.000 volte la radioattività media di una città. Una dose di 500 roentgen è fatale all’uomo, nel giro di 5 ore. Curiosamente, è necessaria 2 volte e ½ questa stessa quantità per uccidere una gallina e più di 100 volte tanto per far fuori uno scarafaggio.

Questo tipo di radioattività non è rinvenibile a Chernobyl ai nostri giorni. Ma, nei primi giorni successivi all’esplosione, alcuni luoghi nelle vicinanze del reattore emettevano 3.000-30.000 roentgen l’ora. I vigili del fuoco che erano stati mandati ad estinguere l’incendio al reattore furono cotti all’istante dai raggi gamma. I resti del reattore vennero sepolti all’interno di un enorme sarcofago di cemento e acciaio, il chè rende la zona sufficientemente sicura per essere attraversata – a patto che non si esca dalla strada e non ci si infili in qualche posto sbagliato…

La mappa sopra riportata mostra tutto il tragitto lungo la zona morta. Le radiazioni sono permeate nella terra ed ora sono nelle mele, nei funghi. Ma non nell’asfalto che non trattiene radiazioni, rendendo sicuro e possibile l’attraversamento di quest’area.

Non ho mai avuto problemi con i ragazzi addetti al controllo, quelli posti al posto di blocco. Sono esperti, se trovano della radioattività sul tuo veicolo, gli fanno una bella doccia chimica . Tralascio le volte in cui questi “esperti” hanno provato ad inventare scuse per sottopormi ad una doccia, perché questo ha più a che vedere con la biologia fisica che non con la fisica biologica.

pagina successiva

navigazione veloce